Secondo un recente rapporto, Google sarebbe al lavoro su un modo nuovo e semplice per condividere file tra una diversi dispositivi, inclusi Android e Chromebook: lo strumento si dovrebbe chiamare Fast Share.

Google Fast Share per condivisione veloce

La tecnologia fa parte del servizio Nearby in Google Play Services e sembra essere il sostituto di Android Beam e il concorrente diretto di Apple AirDrop. Fast Share su Android sarà utilizzato per condividere immagini e altri file – compresi URL e snippet di testo – su dispositivi vicini e che non sono necessariamente connessi a Internet. L’invio di file pare essere abbastanza semplice: dopo aver inserito il nome del device e aver attivato la condivisione, abilitando le autorizzazioni di accesso al Bluetooth e alla posizione, sarà necessario avvicinare i dispositivi e attendere di vedere sullo schermo, dopo qualche istante, l’elenco dei terminali vicini. Gli esempi di Google includono Chromebook, altri dispositivi Android, smartwatch e persino iPhone.

Anche la ricezione di contenuti sembra facile: quando si riceve un file su Android tramite Fast Share, l’utente recepirà una notifica di “Accetta” o “Rifiuta” con dettagli come “Nome dispositivo” e “ID connessione”. Big G ha anche sviluppato un’altra modalità per ricevere file con Fast Share, vale a dire attraverso comandi a schermo intero. Segnaliamo che, una volta completato il trasferimento, è possibile aprire subito il file.

Sul fronte della sicurezza, Fast Share dovrebbe consentire di dare “Preferred Visibility” ai mittenti frequenti e le impostazioni a riguardo sono disponibili nell’angolo in alto a destra dell’interfaccia di condivisione principale.

Puoi dare alle persone la visibilità preferita per rendere la condivisione più veloce. Le persone con visibilità preferita vedono sempre il tuo dispositivo quando sei nelle vicinanze, anche se non stai utilizzando Fast Share.

Al momento, non è ancora chiaro quando Fast Share verrà lanciata ufficialmente.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
    Fonte: 9to5google