Secondo le ultime indiscrezioni trapelate in rete, anche Google sarebbe pronta ad investire nel settore della realtà virtuale. Dopo il binomio Oculus – Samsung, i primi a credere nella VR, e l’ultimo arrivato al Mobile World Congress 2015 HTC Vive, anche il colosso di Mountain View è pronto a scendere in campo utilizzando tutti i suoi mezzi.

Secondo il Wall Street Journal, Google avrebbe assunto decine di ingegneri con lo scopo di sviluppare una nuova piattaforma di realtà virtuale basata sul sistema operativo Android.

Gli attuali prodotti dedicati alla realtà virtuale (Gear VR, Oculus e HTC Vive), utilizzano una piattaforma software proprietaria. Google vuole invece sfruttare le potenzialità del sistema operativo mobile Android, in modo da sviluppare una piattaforma in grado di girare su qualsiasi visore VR. Google sta inoltre lavorando su un tablet dotato di doppia camera, in grado di generare oggetti virtuali partendo dalla realtà. Un progetto simile ad HoloLens di Microsoft, ma sotto forma di tablet.

 

Google Cardboard
Google Cardboard

Il team di sviluppo di Android VR è diretto da Jeremy Doig e Clay Bavor: quest'ultimo ha anche contribuito a sviluppare Cardboard VR, un visore in cartone mostrato lo scorso anno in occasione del Google I/O.