Samsung Galaxy Note 8 dovrebbe ricevere presto un gradito update, pronto a portare a bordo dell’ex top di gamma il super slow-motion ed anche le AR Emoji. Non si tratta certo di feature di assoluta utilità, ma sicuramente sono particolarmente divertenti. Soprattutto la prima, che potrebbe offrire la realizzazione di video diversi dai soliti.

Nessuna conferma ufficiale

Le informazioni derivano dal teardown di un aggiornamento di Galaxy Note 8, eseguito dai colleghi di XDA Developers. All’interno dell’update, che dovrebbe portare a bordo le patch di sicurezza di settembre, sembrano proprio comparire le due nuove feature.

Dunque, nessuna nota stampa a confermare ufficialmente l’arrivo delle caratteristiche software, ma la fonte è decisamente attendibile.

Inoltre, sembra che il rollout dell’update sia già partito in Francia, anche se per il momento non sembrano esserci riscontri.

Funzioneranno altrettanto bene?

Quando una feature software viene introdotta con un nuovo modello, ma non accenna ad arrivare su quello precedente, solitamente le motivazioni sono due. Può trattarsi di una scelta di marketing, per spingere a ritenere “vecchio” il device presentato l’anno precedente. Oppure, semplicemente non ci sono i requisiti hardware per supportare quella caratteristica software.

L’eventuale decisione di Samsung di portare il super slow-motion e l’AR Emoji su Galaxy Note 8 implicherebbe che probabilmente il terminale potrebbe supportarle. Certamente, fino a quando non ci sarà possibilità di provarle, sarà impossibile decretare se effettivamente sarebbero identiche a quelle presenti su Note 9, S9 ed S9+.

In teoria, l’equipaggiamento hardware di Samsung Galaxy Note 8 dovrebbe essere più che sufficiente per riuscire a supportare entrambe così come sono. Le AR Emoji sfruttano la camera frontale per scattare un selfie dal quale sarà costruito il modello per ottenere poi la propria immagine sotto forma di avatar.

Quanto allo slow motion a 960 fps, siamo abbastanza sicuri che la doppia camera del phablet sia in grado – con il giusto supporto software – di offrire un’esperienza non dissimile da quella garantita dai suoi successori.

Fonte: xda-developers.com