Fitbit ha appena annunciato l’arrivo del nuovo aggiornamento software per gli smartwatch Sense e Versa 3: ecco tutti i dettagli di Fitbit OS 5.1.

Fitbit OS 5.1: tutte le novità

Il nuovo Fitbit OS 5.1 è, senza alcun dubbio, l’update che i possessori dei Fitbit Sense  (in offerta ora su Amazon a solo 329 euro) e Fitbit Versa 3 aspettavano, dato che porta miglioramenti in moltissimi campi. Partiamo con l’esperienza SpO2, dato che da oggi gli utenti potranno registrare i livelli di ossigeno nel sangue durante il sonno e tenere traccia dei valori medi anche nell’app Fitbit.

Monitorare le tendenze SpO2 nel pannello delle Metriche di salute può aiutare a rilevare variazioni importanti nello stato di benessere e forma fisica, come maggiori livelli di stress e affaticamento, segni di problemi respiratori o cambiamenti nell’ambiente che ci circonda, ad esempio altitudine e qualità dell’aria.

Inoltre, per chi vuole controllare i livelli notturni di SpO2 dal polso, Fitbit offre un quadrante orologio SpO2 gratuito, oltre a 7 quadranti orologio con rilevazione SpO2 che saranno disponibili nella Galleria app entro la fine dell’anno.

Le novità della versione OS 5.1  Fitbit per gli smartwatch Sense e Versa 3 riguardano anche Amazon Alexa, dato che da ora è possibile ascoltare le risposte attraverso la voce dell’assistenza vocale di Google.

Va ricordato che l’assistente di Big G sarà inizialmente disponibile negli Stati Uniti e verrà rilasciato in lingua inglese in altri paesi, tra cui Australia, Canada, India, Irlanda, Nuova Zelanda, Singapore e Regno Unito alla fine del 2020. All’inizio del 2021, l’Assistente Google sarà inoltre disponibile in Belgio, Canada (francese), Cile, Colombia, Francia, Germania, Italia, Giappone, Messico, Paesi Bassi, Perù, Spagna, Svezia e Svizzera.

Con entrambi gli smartwatch Sense e Versa 3 da oggi è inoltre possibile rispondere a mani libere alle chiamate Bluetooth – grazie al microfono e agli altoparlanti integrati -, inoltrare le chiamate in entrata alla segreteria telefonica e controllare il volume direttamente dal polso. Gli utenti Android possono inoltre rispondere ai messaggi di testo in movimento e utilizzando i comandi di dettatura vocale.