La parte debole di Facebook è la musica: di video ne sono strapiene le bacheche ma la condivisione musicale è tuttora non proprio ottimale.
Così, Zuckerberg ha stretto una partnership con Spotify, scelta ideale sulla strada della condivisione della musica con gli amici.
Quello che sembra leggermente astruso è il sistema di condivisione, che non appare del tutto naturale e immediato: vuoi inviare una canzone o una playlist a un amico? Premendo un pulsante si passa da Facebook a Spotify, si sceglie un brano o una playlist, quindi si esce da Spotify per ritornare a Messenger.
A rendere ancor meno intuitivo il sistema è la scelta della sistemazione del pulsante, nascosto sotto il menu di Messenger connotato dai tre puntini sospensivi "…" (quello che, per intenderci, dovrebbe tradursi con "altro").

Spotify integrato in messenger
Spotify integrato in Messenger

Inoltre, non c’è un pulsante Play ma un «Apri» che ti fa entrare su Spotify dove bisognerà cliccare sul brano proposto per far partire l'esecuzione.
L'idea è senz'altro encomiabile, ma troppo macchinosa. Confidiamo in una futura semplificazione da parte di Facebook.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum