L’esecutivo Ue in una nota ha annunciato che il DVB-H, acronimo di Digital Video Broadcasting – Handheld, diventerà uno standard europeo per la tv mobile entro la fine di febbraio 2008.

Tutti gli stati membri dell'Ue dovranno sostenere e incoraggiare l'uso del Dvb-H per il lancio di servizi di tv mobile, evitando così la frammentazione del mercato e permettendo servizi e strategie bilanciati e di conseguenza affidabili.
Questa strada dovrebbe incoraggiare lo sviluppo di questa tecnologia grazie alla quale sarà possibile guardare la televisione sui telefonini in maniera interattiva e dunque rendere concreto il concetto di mobilità.

Alcuni paesi come Inghilterra, Germania e Olanda si sono opposti alla decisione, ma per bloccarla dovranno raggiungere una maggioranza dei due terzi dei 27 paesi membri.