Xiaomi ha presentato da poco tempo il suo telefono di punta, Mi 5. Manca però ancora all’appello il modello di fascia media. Vero è che che un Redmi 3 era stato annunciato qualche mese fa ma, a quanto pare, ci sarebbe in cantiere una sua variante.
È quanto qualche osservatore desume prestando attenzione a quanto avviene negli uffici dell'ente cinese TENAA. Sono passati infatti dall'ente di certificazione cinese due smartphone che hanno molte similarità con il Redmi 3, eccezion fatta che per un particolare: è stato visto, sul retro di uno dei due, lo scanner d'impronte digitali.
Com'è ovvio, non avendo conferme ufficiali, non è detto che i due smartphone passati dal TENAA siano con certezza varianti del Redmi 3. Tra gli analisti, infatti, c'è anche chi ritiene che rappresentino una versione leggermente più avanzata del modello precedente. Una sorta di Redmi 3s se non, addirittura, di un Redmi 4.

Xiaomi 2015817 e Xiaomi 2015810
Xiaomi 2015817 e Xiaomi 2015810

Ma visto che "carta canta", quello che sappiamo di certo è quanto si legge dai certificati TENAA: i due dispositivi hanno display da 5" con risoluzione 720p ed entrambi hanno processore octa-core da 1,5GHz, 2GB di RAM e 16GB di memoria interna.
Tra i due modelli (siglati 2015817 e 2015810) ci sono alcune differenze: il 2015817 ha una batteria da 3.000 mAh mentre il 2015810 dispone di una più grande da 4.000 mAh. Inoltre (anche se non traspare dai certificati TENAA, ma è desumibile chiaramente osservando le immagini), sul retro del modello 2015817 è presente appunto lo scanner per le impronte digitali. Curiosamente, la cover sul retro del 2015810 è completamente liscia e ininterrotta.