Secondo quanto si apprende da una ricerca condotta dall'International Data Corporation (IDC), è emeso che le vendite di computer portatili con sistema operativo Chrome OS (Chromebook) stanno crescendo rapidamente in tutto il mondo.

Chromebook: le vendite aumentano del 357,1%

Nel primo trimestre di quest'anno, le vendite di Chromebook sono state di circa 13,0 milioni sul mercato globale. Questo è del 357,1% in più rispetto al primo trimestre del 2020, quando le spedizioni sono state di 2,8 milioni di unità. La domanda di computer basati su Chrome OS sta crescendo rapidamente man mano che le piattaforme di e-learning si evolvono in mezzo alla pandemia in corso.

HP è diventata il più grande fornitore di cnell'ultimo trimestre e ha conquistato un terzo del mercato corrispondente – 33,5%. Un altro 25,6% del settore globale appartiene a Lenovo, che è al secondo posto. Il “bronzo” è andato ad Acer con il 14,5%. Pertanto, queste tre società controllano collettivamente quasi i tre quarti del mercato globale dei laptop per Chrome OS.

Al quarto posto c'è Dell con una quota dell'11,3%. Il colosso sudcoreano Samsung chiude la top five con l'8,0%. Tutti gli altri fornitori detengono congiuntamente solo il 7,2% del mercato mondiale. Anuroopa Nataraj, analista di ricerca con Mobility and Consumer Device Trackers di IDC, ha affermato:

Anche se l'implementazione dei vaccini e le attività che ritornano negli uffici possono rallentare la tendenza del lavoro da casa, siamo ancora lontani dal tornare alle condizioni di lavoro ‘normali' e quindi la domanda di tablet, in particolare rimovibili, dovrebbe continuare per un po'. Tuttavia, poiché gli acquirenti si rivolgono sempre più a prodotti concorrenti, come notebook sottili e leggeri per il lavoro o l'intrattenimento e i Chromebook per l'istruzione, il futuro dei tablet rimarrà sotto costante concorrenza, lasciando il lavoro pesante a marchi più grandi come Apple, Samsung, Amazon e Microsoft.

Jitesh Ubrani, responsabile della ricerca con Mobility and Consumer Device Trackers di IDC, ha aggiunto:

Non c'è dubbio che i Chromebook abbiano soppiantato i tablet in molti mercati dell'istruzione. Tuttavia, il prezzo e la dipendenza dai servizi cloud hanno impedito che diventassero pilastri in tutte le regioni. Inoltre, i Chromebook devono ancora entrare nel mercato consumer in modo significativo poiché i notebook concorrenti e i tablet, come iPad, dispositivi Galaxy e tablet Fire, mantengono una forte presenza.

Fonte:IDC