Dopo il fiasco fatto su console current-gen, adesso arriva il flop anche su Steam. La base di giocatori di Cyberpunk 2077 è diminuita 3 volte più velocemente di quella di The Witcher 3 sul noto servizio di gaming in streaming di casa Google. L’ultimo gioco di ruolo di CD Projekt ha già perso il 79% dei suoi utenti in un solo mese dall’uscita.

Cyberpunk 2077: ancora una brutta notizia per CD Projekt Red

Pochi giorni dopo il debutto di Cyberpunk 2077 avvenuto il 10 dicembre scorso, il nuovo titolo di CD Projekt Red è stato ritirato dal PlayStation Store. Microsoft e Sony hanno dovuto offrire rimborsi completi ai giocatori che non hanno apprezzato il videogame, cosa che non abbiamo mai visto accadere ad un gioco tripla A. Il motivo è molto semplice: questo prodotto è “la sagra del bug“, senza mezzi termini.

Tuttavia, senza gli stessi problemi di prestazioni che ne hanno rovinato il lancio su console PS4 e Xbox One X/S, Cyberpunk 2077 ha fatto molto meglio su PC, debuttando al primo posto su Steam con oltre 1 milione di giocatori e mantenendo un feedback prevalentemente positivo grazie ad oltre 300.000 recensioni entusiaste.

Sfortunatamente, Cyberpunk non è stato in grado di mantenere la sua fan base di users su Steam. E quando si confronta il nuovo IP con il precedente grande capolavoro di CDPR, The Witcher 3: Wild Hunt, si nota come lo sviluppatore/editore ora possa essere ancora più nei guai.

Quando Cyberpunk 2077 è stato presentato poco più di tre settimane fa, è diventato il primo gioco single player del momento: un milione di giocatori simultanei su Steam. Ma durante lo scorso fine settimana, il gioco ha continuato il suo declino, lottando per raggiungere il picco di 225.000 giocatori. Capite bene che la perdita è stata devastante.

Mentre quel calo del 79% dei giocatori è preoccupante, segnaliamo che la maggior parte dei giochi single player – in genere – perde circa la stessa quantità di gamers, se non anche di più, dopo il loro primo mese su Steam. I giochi open world come Cyberpunk sono di solito l’eccezione e, rispetto a The Witcher 3, il nuovo parco giochi digitale di CDPR certamente non sta facendo altrettanto bene nel mantenere gli utenti interessati a giocare dopo aver terminato tutte le missioni.

Sebbene il precedente successo di CDPR abbia raggiunto solo il picco di 92k giocatori durante il suo lancio nel maggio 2015, The Witcher 3 è stato ancora in grado di mantenere oltre la metà della sua base di giocatori con un picco di 55k giocatori online un mese dopo. Ci sono voluti 3 mesi interi prima che questo perdesse più del 79% dei suoi giocatori su Steam. All’inizio del 2020, l’entusiasmo per Cyberpunk e l’uscita della serie di The Witcher su Netflix, hanno aiutato il videogame a battere il proprio record di picco di tutti i tempi con 103.000 giocatori simultanei su Steam.

Fonte:GITHYP