Stando a quanto riferito, lo sviluppo completo di Cyberpunk 2077 è iniziato soltanto nel 2016. Ora, secondo un nuovo rapporto,  sembra i dirigenti di CD Projekt Red siano stati sempre troppo sicuri e poco realistici in merito al lancio del gioco-

Cyberpunk 2077: quali sono i motivi del lancio fallimentare?

Un nuovo documento emerso in queste ore che esamina i motivi dietro il terribile lancio di Cyberpunk 2077 indica l’eccessiva fiducia da parte del management di CD Projekt Red come un problema chiave e rivela che il famoso “pieno sviluppo” del gioco – annunciato nel 2012 – non è iniziato fino al 2016.

Jason Schreier di Bloomberg ha intervistato più di 20 dipendenti attuali ed ex di CD Projekt e ha scoperto che lo sviluppo del gioco era afflitto da scadenze non realistiche e da gravi bug tecnici. La società ha “premuto il pulsante di ripristino” sul gioco nel 2016 e si è scoperto anche che la demo del gioco mostrata all’E3 del 2018 eraquasi completamente falsa“, secondo il rapporto. Lo sviluppo – ovviamente – ha anche risentito dell’impatto della pandemia e dell’emergenza sanitaria, con programmatori sulla versione PC e tester della versione console che lavoravano separatamente l’uno dall’altro.

Nei mesi precedenti il ​​lancio del 10 dicembre, sono emerse segnalazioni secondo le quali il personale di Projekt Red lavorava per diverso tempo – ben oltre i classici orari di lavoro – al fine di  rispettare le scadenze della commercializzazione. Quasi immediatamente dopo il rilascio di Cyberpunk 2077, i giocatori di console hanno riscontrato bug diffusi, problemi di frame rate e molto altro ancora.

Dopo una settimana infine, Sony ha perfino ritirato il videogame dal PlayStation Store e offerto rimborsi agli utenti: una situazione mai vista prima. Un investitore ha citato in giudizio CD Projekt Red per il lancio fallimentare e all’inizio di questa settimana, la versione PC del gioco era disponibile per l’acquisto a quasi la metà del suo costo originale.

Il co-fondatore di Projekt Red Marcin Iwinski ha rilasciato un mea culpa per il rollout disordinato.

Secondo Bloomberg, CD Projekt Red era ancora pienamente concentrata su The Witcher 3 quando Cyberpunk è stato annunciato nel 2012. I dirigenti della società apparentemente credevano di poter replicare il successo che avevano ottenuto in precedenza con il capolavoro dedicato allo spietato guerriero che ha dato il via anche alla famosa serie su The Netflix dall’omonimo nome e con protagonista Henry Cavill.

Fonte:Bloomberg