E’ qualcosa di più di un semplice rumors, la notizia secondo cui Telecom Italia, è riuscita in gran segreto a chiudere un accordo vantaggiosissimo con l'Apple di Steve Jobs che le permetterà di distribuire per primo in Italia e con ben sei mesi di vantaggio sugli altri operatori il nuovo iPhone 3G.

iPhone 3G
iPhone 3G

L'accordo firmato dall'amministratore delegato di Telecom Italia, Franco Bernabè, è come detto molto vantaggioso per l'operatore nostrano, non solo per l'esclusività della vendita che in realtà si realizzerà solo sotto forma di un anticipo rispetto agli altri operatori che invece potranno commercializzare il nuovo iPhone già a partire da Natale, ma i maggiori benefici di questo contratto derivano dall'aver in qualche modo cambiato anche la solita strategia di marketing di Apple. L'azienda di Cupertino infatti rinuncerà ad avvalersi della clausola di "revenue sharing" ovvero una quota, corrispondente al 30% del traffico effettuato dai possessori di iPhone, che solitamente finora gli operatori erano tenuti a pagare all'Apple stessa.

Steve Jobs, da grande stratega quale è, ha capito che il suo gioiello non è più il ponte degli utenti verso il traffico dati, che invece si sta già fortemente sviluppando di suo in questi ultimi mesi sia grazie all'abbassamento delle tariffe, sia grazie all'uscita di vari modelli di modem usb ed express card; la farmer di Cupertino è stata quindi disponibile a rinunciare al revenue sharing iniziando in questo modo una nuova strategia che punterà a far guadagni sui tanti servizi connessi con la navigazione, primo fra tutti il download di musica ma anche di contenuti in genere.

L'Apple vuole estendere infatti il grandioso successo del suo iTunes Store, che è senz'altro il maggior mercato di musica on-line, e si proietta adesso verso le altre opportunità della rete, quale la pubblicità ed i servizi, la localizzazione satellitare ed il LBS (Location Based Services): si tratta di business che nei prossimi 5 anni porteranno guadagni a nove cifre per chi saprà sfruttarli.

L'accordo non solo ha una grande valenza a livello italiano, ma anche europeo e mondiale visto che al momento non ci sono notizie di altri simili contratti con altri operatori, ne se la nuova politica di marketing di Apple, verrà applicata anche negli altri paesi.

Piccola curiosità: nell'accordo tra Apple e Telecom Italia ha giocato un ruolo fondamentale il manager TIM Luca Luciani, divenuto famoso nelle ultime settimane per alcune gaffe riprese ed evidenziate in TV dal programma satirico "Striscia la notizia".