La compagnia telefonica British Telecom ha reso noto di bloccare quotidianamente oltre 23 mila tentativi, da parte della propria clientela, di consultare siti web con contenuti pedopornografico. Il nuovo software, adottato da circa un mese dalla compagnia telefonica britannica, grazie ad una serie di complessi filtri è in grado di impedire l'accesso ai siti incriminati, il cui elenco è compilato dall'The Internet Watch Foundation. British Telecom ha precisato di limitarsi al momento ad impedire l'accesso ai siti in questione, senza registrare l'identità degli utenti e di aver messo il software di filtraggio a disposizione gratuita dei provider concorrenti.