Secondo quanto emerso nelle ultime ore, uno dei principali produttori di display in Cina, BOE, ha in programma di lanciare sul mercato uno schermo MicroOLED nella seconda metà di quest’anno.

MicroOLED a metà 2021

La tecnologia MicroOLED di BOE verrà utilizzata per supportare la visualizzazione in realtà aumentata e realtà virtuale e in molti suppongono che potrà essere sfruttata anche per i dispositivi mobili e occhiali smart, oltre che per le Smart TV.

Questa notizia arriva ad un giorno di distanza dall’indiscrezione secondo cui Apple sta progettando di sviluppare una tecnologia di visualizzazione MicroOLED ultra avanzata in una struttura segreta a Taiwan, in collaborazione con TSMC. Il pannello MO verrà utilizzato, a quanto pare, nel prossimo dispositivo AR / VR del colosso di Cupertino, il cui sviluppo è guidato dall’ex capo dell’ingegneria hardware Dan Riccio.

Per chi non lo sapesse, i display microOLED sono costruiti direttamente su wafer chip invece che su un substrato di vetro: questo si traduce in display più sottili, più piccoli e più efficienti dal punto di vista energetico. E questo tipo di schermo sarebbe l’ideale per device di piccole dimensioni, come gli occhiali smart, su cui Apple starebbe lavorando.

Stando a quanto è emerso dalla Rete, lo sviluppo del display microOLED è nella fase test di produzione e saranno necessari anni prima che la Mela e TSMC siano pronti per la produzione di massa. In buona sostanza, gli occhiali intelligenti di Apple potrebbero essere lanciati intorno al 2023: non ci resta, a questo punto, attendere gli sviluppi di BOE e TSMC/Apple per saggiare la nuova tecnologia che cambierà il modo di visualizzare la realtà.

Fonte:Gizmochina