S

i chiama NETBOOK il futuro della connettività secondo Acer; come evincibile dal nome si tratta del punto di incontro ideale tra le
prestazioni ed i comfort di un notebook con la connessione intesa a 360 gradi.
E’ questo dunque il succo del progetto Acer Aspire one, un minilaptop del peso di circa un chilo grammo, con schermo da 8.9 pollici, sistema operativo Windows Xp o in alternativa Linpus Linux Lite, microprocessore Intel Atom da 1.6 Ghz, una memoria fissa variabile tra gli 8 Giga byte a tecnologia SSD (solid-state drive) a salire fino ai possibili 120 Giga a tecnologia HDD (hard-disk drive).
Punto forte dell'idea Aspire di Acer sarà come detto l'aspetto legato alla connettività mai così garantita e supportata; infatti al canto della solita Wi-Fi 802.11b/g, il progetto Aspire prevede in primis la possibilità di aggiungere il modulo WiMax; ma in secondo luogo, visti i dubbi ancora presenti, specie in Europa, circa i tempi e le effettive possibilità di successo del WiMax stesso, Acer si è anche messa a lavoro per poter garantire al suo Aspire la connettività dati del 3G, tecnologia ben consolidata ed avviata in tutto il vecchio continente.
Per questo la suddetta farmer è in questi mesi coinvolta in una serie di trattative con alcuni tra i maggiori operatori europei quali
Vodafone, T-Mobile ed Orange.
L'obiettivo di queste trattative è quello di assicurare all'aspire il supporto per le connessioni dati veloci HSDPA e HSUPA.
I prezzi previsti per l'Acer Aspire variano tra i 250 ed 320 euro; si tratta di un valore di base del modulo che però potrebbe
subire variazioni in sconto secondo le varie declinazioni di offerta proposte dai vari operatori in cambio alla sottoscrizione di abbonamenti di media e lunga durata.