Questo è un articolo che parla di un regalo da fare per San Valentino alla persona amata. Okay, va bene, grazie. Lo faccio subito. Ah no, lo sto già facendo, scusate. Allora comincio: inizio a scrivere. Vado, eh. No, non è presto per pensare ad un regalo. Cioè, mancano dodici giorni: meglio tardi che mais, no? Dicevo: Siete indecisi su cosa comprare? Un film? Un albero? Un gioiello? Un hard disk? Le scarpe della LIDL sono ancora introvabili e sono ancora troppo costose? Avete paura di trovarvi all’ultimo minuto senza un presente? Volete prendere qualcosa di diverso dalla classica sciarpa della tristezza? Non c’è problema. Abbiamo la soluzione che fa per voi. Un buon Libro è ciò che ci vuole .Ora mettiamo un sottotitolo e poi scriviamo qualcosa nel paragrafo sottostante.

Un sottotitolo che contenga la parola “regalo”

Fatto. Scusate, dovevo mettere un sottotitolo che contenesse la parola “regalo”. No tranquilli, è una cosa di lavoro. Okok.

  • Quante volte avete sentito il vostro fidanzato lamentarsi per via di una fastidiosa zanzara che non lo lasciava dormire?
  • Siete stufi di andare da IKEA e comprare tavoli con poche gambe?
  • L’amore della vostra vita è un grande amante della moda e desidera un nuovo copricapo da indossare agli eventi su Fortnite?

Ho scritto dei pratici consigli per tutti coloro che si apprestano per la prima volta all’acquisto di un Libro. Così va bene? Devo aggiungere una descrizione? Ah no, sto ancora scrivendo, accidenti. Sono sbadato. Scusate, ho appena visto il commento del Social Media Manager di Unieuro sulla pagina Facebook dell’azienda e ora penso anche io di essere simpatico come lui. Però vi stavo elencando dieci buoni motivi per comprare un Libro. Ah no, non erano dieci. Sono tre. Scusate, non mi va di scrivere altri suggerimenti, sono stanco.

Che poi, pensandoci, un Libro è come un iPad: tu compri un oggetto, ma in realtà lo puoi adoperare per tanti usi. Attenti a non tagliarci le cipolle sopra, però, se no poi si rovina. L’iPad, intendo. Ad ogni modo, se il vostro fidanzato/marito/compagno di scuola/moglie/amica che vi friendzona/fidanzatina di appena due settimane/una persona che vedete, sì, okay, ma niente di serio/cugina è un’amante della Comicità con la M maiuscola, allora non potete non regalare Libro, il primo Libro di Maccio Capatonda che si legge e si vede con gli occhi della mente e non con quelli posti nel cranio. Ora vi allego anche il trailer di lancio perché c’è anche Mariottide e lui fa un sacco ridere.

Lo potete acquistare cartaceo o eBook, però che noia: se lo comprate di carta, poi avrete anche del materiale per fare il fuocherello nel camino. Ah, non avete il camino? E vabbè, oh, io non lo posso sapere, dai. Non è che posso sapere tutto: voglio dire, posso, dico…

  • Okay, Manuel, basta così. Hai suggerito un regalo, metti una conclusione e basta. E utilizza un linguaggio appropriato, per favore.
  • No, scusa: posso, dico… posso, quando scrivo con i miei lettori, utilizzare il linguaggio che preferisco?
  • No.
  • Ah no? (cit.)

Aaaaaaaaaah, stavo dimenticando: ma sapete chi è Maccio, no? Quello che fa ridere! Dai, ja, quello che faceva i trailer con Herbert Ballerina, Anna Pannocchia e Rupert Sciamenna (ehehehehe). Vabbè, comunque si chiama Marcello Macchia nella vita vera. Comunque il libro è simpatico, ve lo consiglio. Io l’ho letto e vi dico solo una cosa: sapevate che il protagonista del Libro è nato già grande che aveva nove mesi? Io no.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.