Sony presenterà alla manifestazione fieristica CES del prossimo mese i nuovi formati da 256 e 512 MB ed 1 GB per le sue Memory Stick. Ancora il progetto non è definito del tutto, dato che Sony ha rimandato l’arrivo sul mercato dopo essersi resa conto che i primi modelli davano grossi problemi di compatibilità con i vecchi dispositivi dotati di slot Memory Stick.

Ad ogni modo il progetto va avanti, pur senza eccessive pubblicità. Le nuove Memory Stick Pro, questo l‘attuale nome in codice dei modelli, non saranno comunque compatibili con tutti i dispositivi dotati di slot MS. In particolare quelli più vecchi non avranno la possibilità di utilizzare le nuove card con una capacità superiore. Non è ben chiaro se sarà possibile un eventuale aggiornamento software, per i terminali per i quali questo sia possibile, per permettere il supporto alle Memory Stick Pro.

Sony, che aveva intenzione di lanciare i nuovi formati per la fine del 2002, ha rimandato il tutto ai primi mesi del 2003 ed ha iniziato a lavorare ad una soluzione che consenta l’utilizzo di Memory Stick di maggiore capacità anche su dispositivi che non supportano le Pro. I tecnici di Sony hanno quindi messo a punto una particolare Memory Stick a due facce, da 256 MB, con 128 MB su ogni lato. Sarà possibile accedere ai due lati estraendo la Memory Stick e selezionando un apposito interruttore sulla stessa, reinserendola nel dispositivo. In questo modo anche i possessori di apparecchi dotati di Memory Stick Slot più vecchi potranno aumentare la capacità di memoria.

Con l’arrivo delle Memory Stick Pro si allarga la famiglia delle memorie su card di Sony, tenuto conto dell’imminente arrivo della versione ridotta delle Memory Stick, la Duo, pensata appositamente per smart phone e presente nel nuovo P800 di Sony Ericsson, tra pochi giorni sul mercato italiano. I consumatori, però, appaiono storditi dalla grande quantità di diversi formati nelle memorie digitali portatili. Oltre alle Memory Stick, che sono il terzo standard più diffuso con oltre 13 milioni di pezzi venduti nel 2002, secondo uno studio della società specializzata IDC, troviamo a precederle le Compact Flash e le Smart Media, senza dimenticare le MMC, le SD Card e le recenti xD-Picture Card e RS-MMC. La confusione è tanta e senza dubbio non aiuta lo sviluppo dell’intero settore e di quelli correlati. Il futuro dovrebbe portare ad un massimo di tre formati diversi presenti sul mercato, semplificando il tutto e dando minori grattacapi, all’atto di scegliere un dispositivo, all’utente finale.