Il prossimo 7 maggio si terrà la consueta conferenza stampa dedicata agli sviluppatori organizzata da Google per svelare le novità del sistema operativo Android: protagonista, naturalmente, Android Q. In questa occasione verrà svelato anche il gruppo di smartphone che potranno partecipare alla fase di beta testing del nuovo OS e – molto probabilmente – sarà più ampio di quello previsto per Android Pie.

Android Q in beta su più smartphone

Lo scorso anno, i device che hanno avuto la possibilità di fare da terminali di prova sui quali installare le beta di Android Pie sono stati molti di più rispetto ai singoli Pixel (ed in passato Nexus) tendenzialmente inclusi negli anni passati.

Stando a quanto dichiarato da un ingegnere di Google, Illiyan Malchev, quest’anno il programma beta comprenderà un numero maggiore di collaborazioni fra il colosso delle ricerche ed i produttori di smartphone: fra i nuovi partner potrebbero esserci anche Samsung e Huawei.

Una bella notizia per i possessori di device che non sono a marchio Google, ma che hanno da sempre al curiosità di provare in anteprima le nuove edizioni del sistema operativo del robottino verde, offrendo in cambio il loro supporto nella rilevazione di bug ed incompatibilità.

Il prossimo 7 maggio, Android Q sarà ufficiale e con lui anche i dettagli dei programmi di beta testing: in quell’occasione verranno rilasciate informazioni sui terminali che potranno partecipare ai test del nuovo OS ed è dunque abbastanza certo che la lista si allungherà.

La novità non porterà benefici solo agli utenti, ma anche allo stesso Big G poiché consentirà di testare le novità del nuovo sistema operativo su un parco di terminali ben più ampio: il tutto andrà a migliorare le prime versioni stabili dell’OS, che – se seguissero gli step di quelle di Android Pie – potrebbero essere rilasciate già verso la fine dell’estate.

Fonte: Gizchina.com