L’ultimo aggiornamento di Android Messaggi aggiunge la possibilità di riconoscere e filtrare in modo automatico lo spam. Una funzione simile è già presente, ma dovrà essere utilizzata dall’utente per ogni numero che quest’ultimo considera spam.

L’aggiornamento

La versione 3.6 di Android Messaggi è pronta ed essere rilasciata ufficialmente. Un utente ha dichiarato su Reddit di averla addirittura già ricevuta. Questo significa che è solo questione di poche ore prima che possa essere disponibile per tutti.

A bordo ci sono diverse novità, fra cui una nuova modalità di ricerca all’interno dell’applicazione ed anche un’icona dal design rinnovato. I colleghi di XDA Developers hanno analizzato l’APK ritrovando al suo interno il riferimento ad una pagina di supporto di Google con informazioni molto interessanti a riguardo del nuovo filtro antispam.

Rilevamento automatico dello spam

Sulla pagina di supporto si legge:

In che modo Messaggi aiuta a rilevare e prevenire lo spam

Per mantenerti al sicuro, Messaggi rileva il presunto spam e ti consente di bloccare e segnalare gli spammer. Se vedi un avviso di presunto spam in Messaggi, puoi comunicare a Google se si tratta davvero di spam toccando “Segnala come spam” o “Segnala come non spam”. Le segnalazioni di spam inviate a Google includono una copia dei messaggi dello spammer (fino a dieci), in modo che Messaggi possa rilevare meglio lo spam in futuro. Gli operatori di telefonia mobile che supportano le segnalazioni di spam possono ricevere una copia dell’ultimo messaggio dello spammer.

In che modo proteggiamo i tuoi dati

Se invii una segnalazione di spam, vengono allegati i messaggi dello spammer, ma non le tue risposte (se presenti). Gli spammer non vedono la segnalazione e non ricevono informazioni a riguardo.

Sei tu ad avere il controllo

L’invio delle segnalazioni di spam a Google è facoltativo. Puoi anche bloccare un numero di telefono senza segnalare lo spam.

  

Dunque, adesso il controllo dello spam funziona “al contrario”. L’applicazione Messaggi si occuperà di rilevare automaticamente mittenti sospetti segnalandoli all’utente. Quest’ultimo potrà confermare il presunto spammer oppure “scagionarlo”.

In caso di conferma, una copia del messaggio dovrebbe essere inoltrato a Google al solo scopo di migliorare il riconoscimento ed offrire un servizio migliore. Chiaramente l’utente può semplicemente bloccare il numero rifiutandosi di condividere le informazioni con Big G

Tuttavia, perché la funzione di riconoscimento dello spam possa migliorare costantemente, il supporto della community è fondamentale. Grazie alla condivisione di mittenti spammer e messaggi ricevuti il servizio diventerà sempre più affidabile.

Al momento non è ancora possibile verificare l’effettiva presenza della funzionalità all’interno della versione 3.6 dell’applicazione. Infatti, non c’è alcuna possibilità di abilitarla o disabilitarla attraverso le impostazioni dell’app.

Al momento, il Google Play Store italiano mostra ancora la versione 3.5 dell’applicazione. Tuttavia, dovrebbe essere solo questione di ore ed il nuovo update sarà ufficialmente rilasciato.