Dopo molte indiscrezioni sul Google Phone, alla fine c’è stato l'annuncio ufficiale. Non si tratta solo di un telefonino, ma di molto di più. E' stata annunciata una vera e propria piattaforma open source chiamata Android.
Android ha l'ambizione di diventare un indiscusso punto di riferimento nei cellulari del futuro, basti pensare che diventeranno "mobili" tutte le funzioni che oggi troviamo su Google: motore di ricerca, Google Maps, posta elettronica, news e molto altro.

Google, la nota società californiana, per realizzare questo progetto sarà sostenuta da un team di ben 34 aziende che compongono la Open Handset Allinace, nella quale ritroviamo grandi aziende appartenenti al mondo della telefonia mobile e tecnologia. Spiccano nomi come, eBay, Nuance, Nvidia, Ntt DoCoMo, Sprint, T-Mobile, China Telecom, HTC, Motorola, Lg, Samsung, Qualcomm e Telecom Italia tramite Tim.

A partire dal 12 novembre sarà disponibile un Software Development Kit (SDK), ovvero un set di tools di programmazione con cui i programmatori potranno sviluppare applicazioni specifiche.
I primi cellulari dotati della nuova piattaforma Android sono attesi in Europa e negli Stati Uniti nella metà del 2008.