In questi giorni c’è grande fermento intorno ad Android 2.2 Froyo, ma Google sta già lavorando a una nuova versione: Android 3.0 Gingerbread. Secondo le indiscrezioni emerse in queste ore, la versione 3.0 scriverà un nuovo capitolo nella breve ma ricca storia di Android.

I dispositivi che vorranno beneficiare di Gingerbread dovranno avere hardware di prima scelta: processore da 1 GHz, 512 MB di memoria RAM e display di almeno 3,5 pollici. La versione 3.0 supporterà display con una risoluzione di 1280×760 pixel, un particolare che lascia presagire l'impiego di Android anche sui tablet, sui netbook e su altri dispositivi mobili, oltre che sugli smartphone di fascia alta con display intorno ai 4 pollici.

Con l'arrivo di Android 3.0 Gingerbread le attuali versioni 2.1 e 2.2 non saranno abbandonate dai produttori di cellulari, che continueranno ad addottarle nei device di fascia media e negli entry level.
Un'altra caratteristica di Android 3.0 Gingerbread sarà la sua interfaccia utente, completamente rivista per offrire una user experience d'eccellenza. Sarà talmente user friendy e ricca che dovrebbe persino disincentivare i produttori a sviluppare le interfacce personalizzate come Sense di HTC o MotoBlur di Motorola.

I primi smartphone basati su Android 3.0 Gingerbread sono attesi per la fine dell'anno, il nuovo OS di Google dovrebbe arrivare a metà ottobre.