Google ha appena rilasciato ufficialmente la sua ultima release di Android per smartphone; unitamente a questa, l’azienda di Mountain View ha anche distribuito il suo ultimo firmware per Android TV proprio in queste ore.

Android 11: feature esclusive per le Smart TV

Con un post sul blog, BigG ha annunciato al mondo che Android 11 sarà ora disponibile anche per il sistema operativo dedicato ai televisori intelligenti. Tuttavia, sappiate che questa non sarà una mera copia del software per smartphone, sapientemente replicato sul grande schermo; sembra proprio che ci saranno alcune caratteristiche esclusive pensate per le smart TV.

Secondo Google, ci sarà una maggior collaborazione con OEM di terze parti. Android 11 TV sarà disponibile fra pochi mesi. Coloro che hanno già l’ADT-3 Developer Kit invece, potranno ottenere l’aggiornamento a partire da oggi.

Questo sistema per televisori Android manterrà – ad ogni modo – la maggior parte delle funzionalità di base di Android 11 per dispositivi mobili; ci sarà dunque, una maggior gestione della memorie, autorizzazioni una tantum per la lavorabilità sicura e pare che Google abbia anche lavorato molto sulle features legate alla privacy, così da ridurre la vulnerabilità del sistema.

Non dimentichiamo inoltre, che Android 11 per TV Android verrà fornito con una “modalità di bassa latenza automatica e decodifica multimediale a bassa latenza”. Questo sistema porterà anche un nuovo Tuner Framework con supporto Media CAS aggiornato. In più, il firmware supporterà i gamepad, una funzionalità che sarà importantissima per Stadia sulla TV. Gli sviluppatori di app infine, potranno testare senza problemi i loro programmi, grazie alla “modalità test harness per Android TV di Google”.

Secondo Google, la nuova versione del firmware proprietario includerà un migliorato controllo sulle funzionalità TV. L’azienda ha affermato, con un post sul blog, che:

La nuova funzionalità framework per la gestione dei LED di sistema e i pulsanti di disattivazione del microfono fisico facilitano anche le integrazioni per i dispositivi abilitati per il microfono a campo lontano.

Fonte:Android Blog