Alexa è uno dei migliori assistenti intelligenti presenti al mondo. Non solo è disponibile solo sui telefoni ma lo troviamo anche su tablet, computer, TV, smart screen, altoparlanti intelligenti e persino microonde. Volendo, si può avere anche il firmware di Amazon anche a bordo del proprio veicolo. Ora, il gigante dell’e-commerce ha appena svelato un servizio che consentirà ai clienti (produttori di automobili, produttori di elettronica di consumo e fornitori di servizi) di personalizzare ad hoc il software dell’assistente virtuale.

Amazon: i produttori potranno personalizzare Alexa

Amazon ha appena annunciato un servizio che darà la possibilità alle aziende di terze parti di personalizzare Alexa.  Si chiama “Alexa Custom Assistant” e permette ai produttori di sviluppare le proprie esperienze su Alexa in un modo del tutto simile a quello con il quale gli OEM di telefonia realizzano le proprie skin su Android.

Con l’assistente personalizzato Alexa, le compagnie potranno dare il proprio nome all’assistente intelligente e creare la propria parola “sveglia” oltre alle abilità e alle routine. Saranno anche in grado di creare voci personalizzate con l’aiuto degli “esperti di scienza della voce” di Amazon. Il colosso americano ha affermato che questa soluzione aiuterà i produttori a ridurre i costi e la complessità della creazione dei propri software proprietario:

Riducendo l’onere di sviluppare le funzionalità principali di un assistente intelligente, le aziende possono concentrare il proprio tempo e le proprie risorse sulla creazione di funzionalità uniche che soddisfino i propri clienti.

Uno dei produttori che si è iscritto al programma Alexa Custom Assistant è Fiat Chrysler Automobiles (FCA). La casa automobilistica italo-americana avrebbe infatti intenzione di portare presto un nuovo assistente virtuale sulle auto facenti parte del neonato gruppo Stellantis.

Alexa Custom Assistant dovrebbe aiutare a portare funzionalità intelligenti su molti più veicoli (e non solo), ora che le aziende non devono creare un firmware da zero. Amazon afferma che gestirà i dati generati da questi produttori e applicherà le stesse “rigorose politiche di privacy e sicurezza” che adotta con e per Alexa.

Il servizio è già disponibile negli Stati Uniti, in Canada, nel Regno Unito, in Austria, in Francia, in Germania, in Irlanda, in Spagna, in Giappone, in India, in Australia, in Nuova Zelanda, in Messico e in Brasile. Gli altri Paesi seguiranno a breve.

Fonte:Amazon Developer