Alla fine potrebbe aver ragione Steve Jobs, che aveva messo nero su bianco le motivazioni per cui Flash non sarebbe mai comparsa sui devices con sistema operativo iOS, riconducibili prevalentemente ad un consumo sproporzionato della batteria ed ad una sostanziale lentezza del sistema.

 

Secondo un report di ZDNet, infatti, Adobe starebbe seriamente pensando di abbandonare lo sviluppo di Flash per Android ed i tablet PlayBook di RIM.

 

Gli sforzi futuri sarebbero dunque concentrati sull’incremento degli investimenti su HTML5, sui contenuti desktop e sulla creazione di applicazioni mobili impiegando i codici dedicati alla piattaforma AIR di Adobe.

 

RIM PlayBook
RIM PlayBook

 

Queste le parole riportate dal report: “non applicheremo più Adobe Flash Player sui browser dei devices mobili. Alcuni nostre licenze di codici sorgente possono comunque optare per continuare a lavorare a riguardo e a rilasciare le loro proprie implementazioni. Continueremo comunque a fornire supporto alle attuali configurazioni Android e PlayBook attraverso bug fixes critici ed update di sicurezza”.

 

La notizia viene a breve distanza dalla notizia secondo cui Adobe avrebbe tagliato 750 posti di lavoro riorganizzando le proprie attività.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum