&

Egrave; scontro a New York sulle recenti confische di cellulari agli studenti da parte delle autorità scolastiche. Secondo quanto riportato da alcuni giornali newyorkesi, in alcune scuole superiori particolarmente violente sono state aggiunte nuove misure di sicurezza e gli studenti sono stati avvertiti che sarebbero stati effettuati controlli con metal detector e che non sarebbero più stato consentita l’introduzione di telefoni cellulari.

Nonostante gli avvertimenti dei presidi in due settimane le autorità avrebbero sequestrato più di duecento apparecchi telefonici.

Questo ha scatenato l’ira degli studenti che hanno manifestato duramente: cinque di loro sono stati arrestati durante aspri scontri con la polizia.

Non sono solo gli studenti a protestare ma anche i genitori che ritengono il telefonino uno strumento molto utile per sapere in qualunque momento dove sono i propri figli.

Le autorità scolastiche hanno risposto dicendo che le leggi che proibiscono i cellulari a scuola esistono fin dal 1987 e che si sono limitati ad applicarle.
Il divieto di portare cellulari a scuola, quindi, rimane.