E’ stata attivata in questi giorni nelle stazioni di Cordusio e di Cairoli M1 la copertura di telefonia mobile, garantendo il servizio anche a bordo dei treni e nelle gallerie tra le due stazioni.

Battendo sul tempo città come New York, che solo entro due anni doterà le prime sei stazioni di Manhattan di un sistema che consentirà ai passeggeri in transito di utilizzare i propri cellulari, e Londra, che coprirà tra un anno parzialmente la sua metropolitana, il capoluogo lombardo ha inaugurato il suo servizio radiomobile, permettendo così a quasi un milione di passeggeri che ogni giorno utilizzano questo mezzo di trasporto lungo una rete che si estende per 75 km e 88 stazioni di mantenere inalterati i contatti con la superficie.
Il progetto prevede che entro fine anno il servizio venga esteso anche nelle stazioni di Cadorna FN, Conciliazione e Pagano M1 e a partire dai primi mesi del 2008 anche nelle tratte delle gallerie tra queste stazioni. Entro il 2008 saranno attive circa ulteriori 20 stazioni, con un progressivo e graduale completamento della copertura sulle tre linee della metropolitana entro il 2010.

Il progetto tecnologico e operativo è stato curato da CommsCon Italia in accordo con ATM ed è stato portato avanti grazie al lavoro congiunto con Tim, Vodafone e 3 Italia.
A Milano, quindi, i clienti dei tre operatori possono parlare al telefonino, inviare Sms e Mms anche scendendo in metropolitana: non solo, ma grazie alla copertura del segnale Umts e Gsm a 1800 Mhz., possono anche videochiamare e navigare in Internet sul cellulare durante il viaggio alla velocità di 384 Kbps. Da fine dicembre, con l’attivazione della copertura HSDPA, sarà possibile anche il trasferimento dati con velocità sino a 1,8 Mbit/sec. che salirà entro i primi mesi del 2008 fino a 3,6 Mbit/sec.

Attualmente è stato attivato da Tim, Vodafone e 3 Italia il primo dei 9 macro impianti che fornisce il segnale radiomobile all'intera rete. L'infrastruttura impiega la tecnica RF over fiber, che permette di distribuire in maniera capillare il segnale verso i circa 250 punti di ripetizione. Il segnale è disponibile anche nelle zone di transito da e per le rampe delle scale d'accesso e nei mezzanini delle stazioni, sempre con standard di qualità molto elevati.
Con questa iniziativa, ATM anticipa uno dei progetti del piano di impresa 2008-2010 presentato lo scorso mese di settembre, un piano all’insegna della qualità del servizio al Cliente e, nel caso specifico, per chi viaggia in metropolitana rimanere in contatto con il proprio mondo di relazioni e sentirsi più sicuri in caso di necessità.