Google ha appena incrementato lo spazio di archiviazione del suo servizio musicale Play Music. Il limite di 20.000 brani imposto inizialmente è stato più che raddoppiato, fino ad arrivare a ben 50.000.

Nonostante si trattasse già di un buon numero, Google ha deciso di premiare i suoi utenti, garantendo ancora più spazio e mantenendo il servizio sempre gratuito. L'incremento dello spazio è automaticamente disponibile per tutti: non è necessaria infatti alcuna operazione sull'account. Gli utenti potranno adesso caricare fino a 50.000 brani musicali, con un limite di dimensione per brano di 300 MB. Una volta sincronizzati, i brani saranno disponibili sul Web e, attraverso l'applicazione, anche su smartphone e tablet Android o iOS.

Ben 50.000 i brani archiviabili ora su Play Music
Ben 50.000 i brani archiviabili ora su Play Music

Il noto servizio è stato lanciato nel novembre del 2011, inizialmente sul solo territorio americano. Offriva la possibilità di sincronizzare, mediante apposita applicazione o direttamente dal Web, la propria raccolta musicale sul cloud. Rispetto ai servizi simili, Google Play M