Tablet con tastiera: i migliori modelli

I tablet possono sostituire i PC in alcune situazioni se abbinati a una tastiera: ecco una selezione dei migliori.

Scegliere il miglior tablet con tastiera non è di certo semplice: sono tanti i fattori da prendere in considerazione e per avere un’esperienza utente soddisfacente spesso bisogna guardare alla fascia alta del mercato.
Quando parliamo di migliori tablet con tastiera non ci riferiamo alle tastiere Bluetooth (che possono essere abbinate praticamente a ogni tablet presente sul mercato), ma a tastiere che si agganciano magneticamente trasformando il tablet in una sorta di notebook.
Le tastiere per tablet non sono universali, per cui bisogna essere certi di aver scelto quella compatibile con il tablet in possesso. Inoltre, non tutte sono retroilluminate e bisogna scegliere su quale sistema operativo fare affidamento. I migliori tablet con tastiera non sono solo iOS o Android come succede con gli smartphone. Ci sono anche i tablet basati su Windows 10.
Ecco la nostra selezione dei migliori tablet con tastiera.

Apple iPad Pro

L’iPad Pro è una vera rivoluzione nel mondo dei tablet riducendo il divario con i notebook. I modelli previsti sono due: con display da 11 pollici e display da 12,9 pollici. Entrambi sono basati sul processore M1, lo stesso integrato su alcuni MacBook: tanto basta per spiegare quanto questi tablet abbinati alla tastiera possano sostituire i computer portatili in molti contesti. Possono eseguire senza problemi anche attività più complesse.
Lo schermo poi ha una frequenza di aggiornamento a 120 Hz che assicura fluidità e ottima esperienza visiva. La produttività è portata ai massimi livelli dalla nuova Magic Keyboard con trackpad integrato, porta USB-C per ricaricare l’iPad Pro collegato e possibilità di inclinazione a piacimento. Inoltre, l’iPad ora mette a disposizione anche la porta Thunderbolt per gestire le periferiche esterne come i display e supporta il 5G nella versione Cellular.

Samsung Galaxy Tab S7

È uno dei migliori tablet Android con tastiera. È il diretto rivale degli iPad Pro. Ha un display Super AMOLED da 12,4 pollici di altissima qualità e con refresh rate a 120 Hz. Supporta la S-Pen (inclusa in confezione) e anche il 5G nella versione con connettività cellulare. Il processore qui è lo stesso utilizzato sugli smartphone di fascia alta, potente sì ma resta visibile il divario con i notebook. In fondo, però, sono tablet e non vogliono in alcun modo sostituire i notebook. Questo vuol dire che in mobilità potrete comunque utilizzarlo per poter lavorare mentre siete su un treno o nella sala d’attesa di un aeroporto.
La tastiera Book Cover Keyboard può essere piegata fino a 165 gradi e può essere bloccata all’angolazione desiderata per inviare e-mail, scrivere un articolo, studiare, prendere appunti e molto altro. La tastiera deve essere acquistata separatamente ma richiede un investimento meno importante rispetto alla soluzione Apple. Molto utile l’integrazione con tutte le applicazioni e i servizi Microsoft. Ad esempio, gli appunti presi su Samsung Notes possono sincronizzarsi immediatamente con l’app di OneNote sui PC con Windows 10. C’è infine l’ormai nota modalità DeX che permette di usarlo come se fosse un PC: aprire finestre in contemporanea, trascinare un’immagine in una mail e molto altro.

Lenovo Tab P11 Pro Tablet

È un modello più modesto rispetto a quelli elencati finora. Potremmo considerarlo come l’alternativa Android all’iPad Air di Apple. Ha un processore di fascia media e può essere abbinato a 6 GB di RAM. La memoria interna è anche espandibile. È possibile abbinare ovviamente la tastiera e supporta il pennino (entrambi da acquistare separatamente). Questi accessori offrono la giusta dose di versatilità per svolgere operazioni lavorative basilari che non richiedano tanta potenza hardware. In altre parole, non è molto indicato se dovete fare montaggio video o usare app molto pesanti.
La tastiera, inoltre, è venduta con un pannello magnetico in tessuto che protegge la back cover e funge anche da base di appoggio. Ottimo il display OLED da 11,5 pollici con colori brillanti, supporto HDR10 e DolbyVision. Anche la parte audio soddisfa grazie al comparto targato JBL.

Surface Pro 7 di Microsoft

La linea Surface Pro di Microsoft è la vera antagonista degli iPad Pro di Apple. Il Surface Pro 7, è praticamente un computer portatile utilizzabile come tablet. È basato sugli stessi processori di molti computer – processori Intel di undicesima generazione – con la RAM che può toccare anche i 32 GB.
A muovere tutto ci sono i processori Intel di decima generazione con RAM fino a 16 GB e memoria SSD fino a 1 TB. La potenza offerta lo rende l’acquisto ideale per i professionisti. C’è anche un lettore di schede MicroSD, molto comodo per chi deve trasferire file. Il display è di ottima qualità: OLED da 12,3 pollici. I tablet Microsoft sono ovviamente basati su Windows con tutti i vantaggi che questo comporta. In altre parole, si avrà la stessa esperienza dei computer. Sul retro, è presente il cavalletto per posizionare il tablet e godersi magari una puntata di una serie TV, un film su Netflix o un video su YouTube. È compatibile con la Surface Pen che permette di utilizzarlo come una tavoletta grafica, mentre la tastiera va a completare l’esperienza in termini di produttività non facendo rimpiangere i veri e propri notebook. Pennino e tastiera sono venduti separatamente.

HUAWEI MatePad Pro

La situazione di Huawei è complessa quando parliamo di smartphone e tablet. Il ban imposto dagli Stati Uniti nel 2019 impedisce al colosso di Shenzen di utilizzare le app e i servizi Google sui suoi dispositivi. Questa situazione ha spinto Huawei a sviluppare un proprio sistema operativo: HarmonyOS che ha fatto il suo debutto proprio su uno dei migliori tablet Huawei con tastiera. Stiamo parlando del nuovo MatePad Pro che mette a disposizione uno schermo eccellente, il supporto alla M-Pencil e la nuova Smart Magnetic Keyboard. Questa gode, inoltre, della ricarica wireless e di connessione Bluetooth. È priva però del trackpad, costringendo così a muoversi all’interno del sistema sfruttando il touchscreen.
Le potenzialità di questo tablet sono elevatissime tanto a livello hardware quanto a livello software. È possibile, ad esempio, utilizzare il tablet in diverse modalità: mirror (il display del laptop viene duplicato sul tablet), estesa o collaborativa. L’unico neo è il sistema operativo che ha sì fatto passi da gigante ma non è ancora in grado di competere con la controparte Android che mette a disposizione tutte le app a cui siamo abituati. AppGallery (l’alternativa al Play Store) cresce giorno dopo giorno ma è ancora priva delle app più utilizzate dagli utenti (Gmail, alcune app bancarie e altri servizi).

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti