La gestione da remoto dei nostri dispositivi domestici è qualcosa di molto affascinante, e tanto più se si tratta di lampadine smart, delle lampadine del tutto speciali che possono realmente influenzare e modificare l’energia di un ambiente.
I comandi vocali impartiti ai nostri dispositivi digitali sono ormai di uso corrente, e ciò che era stato anticipato dalla letteratura fantascientifica trova adesso una concretizzazione su larga scala grazie all’introduzione massiccia di tecnologie all’avanguardia.
Nella guida che segue cercheremo di fare luce, su quello che è l’universo delle lampadine smart, presentando i migliori modelli in commercio e le relative specifiche tecniche.

TECKIN E27

TECKIN E27: ha una potenza 7,5W per 800 Lumen ed è una delle lampadine smart compatibili con Amazon Alexa ma anche con Google Home.
È possibile controllare queste lampadine smart semplicemente eseguendo un comando vocale su Amazon Alexa o Google Home. In alternativa si può usare l’app Smart Life per controllare accensione e spegnimento e impostare liberamente la modalità desiderata.
Interamente dimmerabile e dotato di timing luce calda e fredda, ricrea il mood che desideri potendo combinare 16 milioni di colori.
Con la funzione timer per il conto alla rovescia, è sufficiente impostare un timer affinché la lampadina Smart si spenga automaticamente.

Philips Lighting Hue White Starter Kit

Philips Lighting Hue White Starter Kit:è senza dubbio una magnifica porta d’accesso a tutte le funzionalità dell’illuminazione intelligente targata Philips.
In un’unica soluzione e a un prezzo eccezionale possiamo disporre di 3 potenti lampadine bianche da 9,5W con attacco E27, più il Bridge Hue e il telecomando Hue Smart Button.
Attraverso lo Hue Bridge, incluso in questo kit, si potranno inoltre collegare fino a 50 apparecchi di illuminazione e dare veramente un senso alla parola “domotica”.
Il sistema Hue comprende lampadine per Google Home per avere a propria disposizione controllo vocale, controllo intelligente anche fuori casa, facile regolazione dei parametri della luce e altro ancora.

Philips Hue White

Philips Hue White:è una lampadina smart a candela con attacco E14. È dotata di Bluetooth, che la rende controllabile dallo smartphone attraverso l’app dedicata, ed è dimmerabile, per avere tutte le sfumature possibili di luce bianca. Il sistema Hue è pienamente compatibile con Alexa, Google Nest e Apple HomeKit, per garantire il controllo vocale e una facile regolazione dell’illuminazione anche fuori casa. Quindi questa lampadina Google Home è pienamente compatibile con l’assistente vocale di Google ma anche con Alexa e il sistema di domotica Apple.

Xiaomi Mi Led 9W E27

Xiaomi Mi Led 9W E27:una lampadina RGB da 9W per 600 Lumen di luminosità.
Caratterizzata da LED di alta qualità, per prestazioni di illuminazione stabili, riduzione dei riflessi e conseguente protezione degli occhi, questa lampadina smart RGB consente di scegliere tra 16 milioni di colori, per trovare la colorazione più affine al proprio mood. È dimmerabile ed ha un intervallo di temperatura colore che va da 1700 a 6500 gradi Kelvin.
Avendo Wi-Fi integrato, questa lampadina smart non richiede nessun bridge per essere usata, può essere controllata facilmente tramite l’app Mi Home. È inoltre compatibile con Amazon Alexa e Google Home, essendo anche questa una lampadina Google Home

Osram Smart+

Osram Smart+:una semplice lampadina bianco caldo da 8,5W e attacco E27, dimmerabile.
Senza dubbio è tra le lampadine smart più semplici presenti sul mercato, però si distingue per avere un’ampia connettività. È compatibile direttamente con Echo Plus ed Echo Show e compatibile inoltre con Philips Hue Bridge e con altri SmartThing Hub Samsung. Può inoltre utilizzare il protocollo ZigBee.
Tra i vari usi che si può fare di una lampadina smart, vi è sicuramente quella antifurto: indipendentemente da dove ci troviamo nel mondo, è possibile controllare e azionare l’illuminazione a distanza, anche in modo completamente automatico.